Dott. Stefano Sossi

STUDIO DENTISTICO

dott. sossi

 

Dott. Stefano Sossi, laureato in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l'Università di Brescia, si è da subito interessato alla chirurgia orale e all'implatologia seguendo vari corsi di specializzazione.

 

 learn more »

 
 

Finanziamenti

Finanziamenti
A tasso zero fino a 24mesi

 

Finanziamenti

Sedazione cosciente

Ortodonzia invisibile

Sedazione

ANESTESIA SEDATIVA

 

 

Cosa é

 

L'Analgesia Sedativa è una miscela di Ossigeno e Protossido d'Azoto in percentuali personali al fine di raggiungere la completa sedazione del paziente. E' la più innovativa e rivoluzionaria tecnica introdotta in Italia negli ultimi anni e sta conquistando un numero sempre maggiori di pazienti e di dentisti.

L'Analgesia Sedativa modifica il rapporto paziente/dentista in quanto il primo viene visto come individuo che necessita non solo di cure ma anche della dovuta necessaria tranquillità e serenità al fine di poter capire e meglio valutare l'importanza delle operazioni cliniche. E' il preoccuparsi dell'aspetto psicologico del paziente che non può essere trascurato e che non deve fornire impedimenti al lavoro da svolgere. Il concetto di Qualità Globale diventa così parte integrante della moderna Odontoiatria caratterizzata da un mercato eccessivamente competitivo.

 

A chi serve

 

L'Analgesia Sedativa serve a TUTTI. Non c'è paziente, adulto o bambino, fobico od indifferente, tranquillo od agitato, pauroso o coraggioso che non ne possa trarre beneficio.

Al fobico perchè altrimenti difficilmente si lascerebbe curare.

Al bambino perchè non è facile renderlo collaborante.

Al portatore di handicap a cui si evita l'anestesia generale.

All'adulto che trova una soluzione definitiva e piacevole alle sue ansie.

Al dentista che può finalmente concentrarsi solo sul suo lavoro.

All'igienista che non si deve più preoccupare di avere un paziente sofferente.

Ai pazienti 'a rischio' ai quali lo stress può essere il motivo scatenante della patologia fino alle conseguenze più gravi.

 

Quando si usa

 

SEMPRE, su TUTTI per OGNI INTERVENTO. 

Le operazioni più invasive e cruente, od anche solo le più lunghe, sono quelle che più spaventano il paziente e maggiormente necessitano della sedazione. Ma anche nell'intervento più semplice, a volte solo dal punto di vista del dentista, lo stato d'animo del paziente beneficia di questo trattamento.

Nell'Igiene Orale dove il paziente prova, se non grande dolore, certamente un grando fastidio se non eseguita in anestesia.

Nella presa delle impronte perchè elimina il riflesso del vomito.

Nel courettage dove la sensibilità dei denti o l'infiammazione gengivale rende problematico andare in profondità senza provocare dolore.

Nel sondaggio delle tasche parodontali. 
Nel mantenimento dell'igiene, in implantologie e parodontologia, così importante per il successo della cura e nelle operazioni invasive e cruente che preoccupano il paziente.

 

Vantaggi

 

MOLTI e SVARIATI 

Lo studio Odontoiatrico che usa la sedazione si distingue e diventa un punto di riferimento importante anche per i colleghi che non riescono a curare i 'pazienti difficili'.

Aiuta a far capire al paziente che ci interessiamo dei suoi problemi, non solo dei denti.

Il paziente rilassato ha una diversa percezione della realtà rispetto ad uno teso e nervoso.

Usare un'apparecchiatura ad alto contenuto tecnologico che non tutti possono possedere.

E' una tecnica facile, veloce e a basso costo.

 

Perché

 

Perchè il Protossido d'Azoto desensibilizza le mucose orali ed innalza la soglia del dolore.

Potenzia l'effetto dell'anestetico.

Minimizza la sensazione del trascorrere del tempo.

Toglie ansia, paura, stress, disagio, vergogna, inquietudine, nervosismo ed impazienza.

Disinibisce, euforizza, lascia una piacevole sensazione di benessere.

Perchè il Protossido d'Azoto è un gas esilarante e, per questo, piace a tutti.

 

Chi la può usare

 

Il Laureato in Medicina 
Il Laureato in Odontoiatria 

Permessi? Nessuno. 
Il Protossido d'Azoto (N2O) e l'Ossigeno (O2) sono gas comburenti.
Non infiammabili.
Non esplosivi.
Per l'uso e lo stoccaggio non necessitano di permesso da parte dei vigili del fuoco o delle ASL.

Rischi? Assolutamente nessuno! 
Il Protossido d'Azoto è un gas conosciuto, sperimentato ed usato dal 1776.
Non si conoscono allergie ad esso connesse.
Non viene metabolizzato ma eliminato con la respirazione.
Non è irritante, nè tossico.
Usato in combinazione con l'Ossigeno è il gas più sicuro.

Controindicazioni? 
Sconsigliato nei primi 3 mesi dello stato di gravidanza.
Tossicodipententi.
Soggetti in cura antidepressiva.
Infezioni polmonari acute.
Gravi malattie mentali.